Se il denaro è necessario, perché ci chiamiamo “Senza soldi”?

Perché è liberatorio. Perché l’attuale sistema ci ha imposto di vivere sempre senza soldi, ma grazie agli strumenti che abbiamo messo a punto, mettiamo in condizioni ciascuno di vivere bene senza soldi, o almeno senza i soldi cartacei stampati dalla Bce.

Praticamente tutti gli economisti sostengono ormai che la quantità di denaro in circolazione sia troppo bassa per permetterci gli scambi di beni e servizi. Tutto questo per combattere l’unica battaglia che la Bce sa combattere, ovvero la battaglia contro l’inflazione.

In nome della lotta all’inflazione, si è permessa una disoccupazione mai vista in Europa, una fascia di povertà che non si ricordava dai secoli più bui e intere generazioni private del loro futuro.

Ammettere di essere “Senza soldi” è prima un gesto liberatorio e poi uno scatto d’orgoglio per poter vivere dignitosamente senza soldi, grazie alla camera di compensazione “Affari senza soldi”.

Per i disoccupati, si sono create occasioni di lavoro.

Per le aziende, si sono create opportunità di investimento e di crescita.

Per chi non riusciva a pagare i propri debiti, si è creata un’occasione di riscatto.

Informazioni sull' Autore  ⁄ admin

Articoli che potrebbero interessarti

No Comments