Si costruisce la casa senza soldi…o quasi

MONSUMMANO TERME. Ha 39 anni, è cresciuto nei cantieri e da 20 anni fa l’idraulico, ma ha già imparato come è fatto questo sistema che ci sta strangolando e soprattutto ha imparato a liberarsene, riducendo sempre di più la sua dipendenza dal denaro.

Si chiama Rudy Lavorini ed è entrato anche lui a far parte del circuito Affari Senza Soldi.

Vive in una casa al centro di Monsummano, apparentemente uguale a tutte le altre, ma già prima di entrare si nota qualcosa di diverso: la porta si apre senza chiave, si apre col riconoscimento delle impronte digitali di Rudy. A lui non piacciono le chiavi!

Impronte

 

Entrata col riconoscimento delle impronte digitali

 

La casa è un mix di alta tecnologia e soluzioni d’un tempo.

Sulla sinistra una vecchia cucina economica che alimenta, grazie ad una modifica di Rudy, un serbatoio di acqua e i termosifoni della casa. Con poca legna, la piccola stufa scalda tutta la casa e quando c’è il sole, l’acqua calda è ottenuta grazie ad un pannello solare.

stufa

La stufa modificata da Rudy

serbatoi

I serbatoi per l’acqua calda

Il meccanismo è così efficiente che Rudy vive senza nemmeno l’allacciamento del metano.

Poi c’è il soffitto che è fatto per metà in ferro e vetro, in modo da creare un soppalco senza togliere spazio all’occhio. Lo ha fatto da solo, acquistando soltanto il materiale che serve: ferro e vetro.

soppalco

 

vista del piano inferiore attraverso il soppalco in ferro e vetro

Poi c’è la cucina, che a prima vista sembra un pezzo di design, ma anche quella è stata creata interamente da Rudy: il piano di marmo è stato realizzato direttamente a Carrara, in modo da abbattere i costi. Poi, lui ci ha messo i supporti e i cassetti.

cucina

Rudy ha ridotto così tanto la sua dipendenza dal denaro da prodursi da solo anche il miele e vuole andare oltre, fino a prodursi anche gli ortaggi e la frutta.

La sua voglia di svincolarsi progressivamente dal denaro è iniziata 15 anni fa, quando comprò una piccola casa ad un solo piano: 10 metri per 10 per lato.

Da solo, rifece il tetto e alzò la casa di un piano, avvalendosi di carta, penna, ingegno e voglia di mettere in pratica quello che aveva in testa.

La casa si alzò attraverso un complesso meccanismo di leve e l’impiego soltanto delle braccia di Rudy.

A dimostrazione che, in questo sistema, ancora un po’ di soldi servono, Rudy vendette la casa alla sua ex compagna per comprarsi quella attuale, piccola e di dimensioni particolari, tanto che l’impresario non sapeva di che farsene. Mentre l’ingegno di Rudy ha tirato fuori quello che è in tutto e per tutto un appartamento di design con tanto di soluzioni geniali, come i pavimenti dove cotto e parquet realizzano mosaici per delimitare gli spazi.

D’ora in poi, Rudy metterà a disposizione la sua esperienza per gli altri appartenenti al circuito.

Chi vorrà potrà realizzare l’impianto di riscaldamento per staccarsi dall’allacciamento del metano. Il lavoro verrà realizzato al 30% in euro e al 70% in crediti.

Chi riceverà il lavoro ridurrà il suo fabbisogno di denaro, mentre Rudy utilizzerà la parte in euro per pagare l’unica bolletta che gli rimane -quella della luce- e per affrontare le poche altre spese in euro che ancora persistono.

Per informazioni: rudy75@hotmail.it oppure 335/6896783

 

Informazioni sull' Autore  ⁄ Alessio

10 Comments

  • Rispondi
    Monica
    3 agosto 2015

    Ciao Rudy! Complimenti! Mi sto avvicinando anche io al sistema e sto cercando di capire come funziona perchè l’idea mi piace molto. Tempo fa ho letto anche un libro, mi pare “come vivere senza soldi”, che ho ritenuto molto interessante.
    Ho intenzione di vendere il mio appartamento e con il ricavato acquistare un terreno per costruirmi una casa il più possibile naturale.
    Chiederò sicuramente il tuo supporto allora!
    Monica

    • Rispondi
      monica
      12 agosto 2015

      ciao, io stò progettando un ecovillaggio autosufficente ai Caraibi.
      Monica65

      • Rispondi
        Alberto
        13 agosto 2015

        La cosa mi incuriosisce, dove si possono trovare info in merito?

        • Rispondi
          Rudy
          14 agosto 2015

          3356896783 rudi

    • Rispondi
      rudi
      12 agosto 2015

      Ciao Monica! scusami il ritardo…
      Sarà un piacere darti il mio aiuto…3356896783 chiamami quando vuoi,se non rispondo lasciami un messaggio scritto, ti richiamerò

    • Rispondi
      Christian
      13 agosto 2015

      Ciao Monica ,
      posso chiedere di cosa si tratta il tuo progetto dell ecovillaggio ai Caraibi ? Hai bisogno di aiuto o di fondi o è in qualche modo possibile collaborare nel progetto ?
      Io sono christian e se ti va di scrivermi la mia mail è christiansartori1993@gmail.com
      ciao grazie

      • Rispondi
        roberto
        13 agosto 2015

        rudi come fai quando non c’è il sole x delle settimane?

  • Rispondi
    roberto
    13 agosto 2015

    scusa non avevo visto la cucina economica

  • Rispondi
    Daniele
    14 agosto 2015

    Ciao Rudi , Complimenti perché l arte del sapersi arrangiare non ha prezzo! Io ho 37 anni vengo da una famiglia di costruttori edili ed impiantisti, in passato ho avuto una ditta di costruzioni edili che ha fatto molti lavori ed ora da 7 anni faccio il libero professionista “geometra”. Anche io come potrai immaginare faccio molti lavori di mio pugno a casa mia , e ti assicuro come già saprai che è una cosa che ti rende fiero! Detto ciò dopo essermi presentato volevo solo puntualizzare che aime!! In Italia è quasi impossibile fare i lavori ” in faidate” se non per piccoli interventi , proprio perché dobbiamo sottostare a molteplici leggi igienico/sanitarie e regolamenti comunali antincendio ecc… Quindi mi sento in dovere di puntualizzare che prima di fare interventi di particolare rilevanza bisogna assolutamente essere ha conoscenza della legge o regolamento in materia , se non ne siete a conoscenza contattate un tecnico specializzato nella materia che dovete affrontare… Saluti a tutti .

    • Rispondi
      Rudy
      14 agosto 2015

      Ciao Daniele! hai perfettamente ragione,è dura mettere in pratica l arte dell arrangiarsi e rispettare le normative…