Un caseificio Senza Soldi: ecco come cresce un’azienda

PESCIA. Stefano Natali, con la sua azienda agricola Albero e Foglia, è entrato a far parte del Mondo Senza Soldi all’inizio di quest’anno, quando gli iscritti erano davvero pochi. Ma Stefano è una persona positiva e aperto alla novità. E, anche se l’idea è nata in Svizzera la bellezza di 80 anni fa, per l’Italia è di sicuro una novità.

Al momento dell’iscrizione, Stefano poteva vendere le castagne, la farina di castagne e legna da ardere, sempre di castagno. Aveva un piccolo gregge di capre, il cui latte però non poteva trasformarsi in formaggio perché non c’era un caseificio all’interno dell’azienda.

Dopo pochi mesi il caseificio è stato realizzato e Stefano non nasconde la soddisfazione nella foto:

Natali

 

Stefano aveva già il progetto pronto del suo caseificio, si era informato sulle normative, ma mancava qualcosa: il respiro finanziario che le banche non danno più.

Senza Soldi ha concesso un fido in crediti a tasso zero, piccolo per la verità, ma sufficiente a realizzare il caseificio, aggiungendo una piccola parte di euro che Stefano Natali si poteva permettere.

Per il resto è stato un lavoro di squadra. I professionisti del Mondo Senza Soldi hanno aiutato Stefano e Stefano ci ha messo del suo, dimostrando un’ottima capacità manuale in quei piccoli lavoretti che hanno comunque contribuito a contenere il costo complessivo.

Poche settimane fa, l’ok della Asl n° 3 di Pescia ha dato il via alle vendite del formaggio e dopo pochi giorni l’azienda agricola Albero e Foglia conta tra i suoi clienti piccoli supermercati, rivenditori e anche privati che hanno trovato i suoi prodotti innovativi e gustosi.

Sono tutti derivati dal formaggio di capra del suo allevamento. Eccone alcuni in foto:

Tomini

ciabattine

cacio ricotta formaggi

Tra i prodotti si trovano anche la ricotta di capra, il cacio ricotta ovvero formaggio di pasta simile alla ricotta per freschezza e morbidezza, ideale proprio per il periodo estivo (Nella terza foto).

Ma si trovano anche formaggi più stagionati, come i tomini e le ciabattine (prima e seconda foto). Queste ultime sono ideali per il formaggio grattugiato.

Il piccolo caseificio di Stefano Natali è un laboratorio in continua evoluzione e andandolo a visitare si scoprono sempre nuovi prodotti in sperimentazione, tutti buoni per la verità. E, Stefano, attento sempre ai suoi clienti, fa sempre assaggiare i suoi prototipi di formaggi per chiederne il parere. Per cui, una visita all’azienda Albero e Foglia è l’occasione per fare un acquisto di prodotti genuini ma si trasforma sempre nella scoperta di nuovi sapori.

Per info: 3315961507 Stefano Natali

 

 

 

 

 

 

 

Informazioni sull' Autore  ⁄ Alessio

No Comments